Alessandro Dalpiaz eletto nel Board internazionale di GLOBALG.A.P. Venerdì, 07 Luglio 2017

Il direttore di Apot e Assomela è uno dei 5 componenti del network più importante d’Europa nell’ambito delle certificazioni di sostenibilità ambientale.

E’ avvenuta il 4 luglio l’elezione dei cinque componenti del Board di GLOBALG.A.P. in rappresentanza della componente produttiva, che resteranno in carica fino al 2021.

Alessandro Dalpiaz   direttore di Apot e di Assomela,  entra a far parte dei vertici internazionali di  GLOBALG.A.P. in rappresentanza del settore ortofrutticolo italiano che è uno dei più importanti in Europa per volumi e qualità dei prodotti, per numero di produttori, addetti della intera filiera e  presenza nei mercati di tutto il mondo.  
Gli altri eletti del Board sono rappresentanti di prestigio di diversi settori produttivi, dall’acquacoltura, all’orticoltura, alle colture estensive, a cui si aggiungono 5 rappresentanti del retail internazionale. http://www.globalgap.org/uk_en/who-we-are/governance/board/board-elections-2017

“E’ un onore - dichiara Alessandro Dalpiaz   - poter far parte della ristretta assise di decisori  del network più importante d’Europa nell’ambito delle certificazioni di sostenibilità ambientale. Con la rappresentanza italiana  e con le importanti sinergie che si andranno a creare, in particolare con i colleghi del settore della produzione,  cercheremo da un lato far crescere GLOBALG.A.P.  come strumento per migliorare la sostenibilità delle nostre produzioni ma dall’altro di  facilitare e semplificare l’applicazione del protocollo . GLOBALG.A.P.  per le migliaia di aziende italiane coinvolte.

Il  protocollo GLOBALG.A.P. – prosegue Alessandro Dalpiaz -  ha dato un grande contributo al miglioramento delle pratiche agricole in Europa , consentendo  un  maggiore orientamento verso la  “sostenibilità”, nelle sue tre componenti: economica, ambientale e sociale di tutto il settore. Ma oggi la sfida sarà quella di favorire un  confronto più costante e profondo con i rappresentanti di tutti i Paesi,   anche dove non esiste ancora una regolamentazione legislativa così stringente come quella europea, in modo da rendere questa certificazione un processo diffuso e uno strumento di crescita professionale oltreché di valorizzazione dei prodotti”.

“Siamo particolarmente soddisfatti di questo risultato - dichiara Ennio Magnani, Presidente di Assomela-  frutto anche di un lavoro intenso e qualificato a livello europeo sviluppato con costanza da Assomela e da CSO Italy su molti temi che coinvolgono le OP ed i produttori. GLOBALG.A.P.  . è anche una piattaforma di incontro con il retail ed avremo così modo di proseguire il dialogo tra produzione e distribuzione con il comune obiettivo di portare frutta sicura e di qualità sulle tavole dei consumatori con una giusta valorizzazione dell'impegno dei produttori verso la sostenibilità. Orgogliosi - conclude Ennio Magnani -  di un incarico così  prestigioso affidato ad un  rappresentante di vertice del “sistema mele italiano”, un sistema da sempre impegnato nella salvaguardia dell‘ambiente e a favore della  sostenibilità “.

“La presenza dell’Italia nel Board - dichiara Paolo Bruni, Presidente di CSO Italy – è  un grande risultato del Gruppo di Lavoro Nazionale di  GLOBALG.A.P.  coordinato da CSO Italy . Abbiamo sostenuto da sempre - prosegue Bruni-   l’esigenza di una sistematicità nell’applicazione dei protocolli in tutti i paesi ed una maggiore semplificazione finalizzata all’applicabilità dei regolamenti e dei sistemi di controllo ed oggi, grazie alla presenza di Dalpiaz , avremo sicuramente una maggiore incisività su questi temi“.

Il primo meeting ufficiale del nuovo Board   GLOBALG.A.P. si terrà a Colonia il 25 e 26 settembre prossimi.

Fonte: Ufficio stampa CSO

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • 6000 mele alla conquista di Bruxelles e di nuovi mercati Lunedì, 24 Novembre 2014

    6000 mele Dop e Igp, dal Trentino e dall'Alto Adige, alla conquista di Bruxelles, sui banchi del Consiglio Agri. E in cerca di nuovi mercati. Interviste a: Maurizio Martina, ministro Agricoltura Alessia Mosca, europarlamentare

  • Bruxelles, le mele e i nuovi mercati Giovedì, 13 Novembre 2014

    Oltre al Nord Africa dove sono già protagoniste, Oriente e Nordamerica sono tra le prossime mete per le mele regionali. Ma dai negoziati in corso nell'Unione europea si aprono buone prospettive per Canada, Giappone, Vietnam e Singapore. Da "aggredire" puntando su qualità e territorio.Tra le priorità, salvaguardare Dop e Igp negli accordi con gli Stati Uniti.L'europarlamentare Alessia Mosca (Commissione commercio internazionale) ai produttori trentini e altoatesini: "il Canada...

  • Bruxelles, Varesco: "Insieme si vince" Giovedì, 13 Novembre 2014

    "L'unione fa la forza". Parola di Franz Varesco, presidente della Cooperativa Vog, a Bruxelles con le 6mila mele trentine e altoatesine per il Consiglio dei Ministri Agri. Impressioni sull'incontro con il Ministro Martina e con Alessia Mosca della Commissione Commercio Internazionale del Parlamento Europeo

  • Bruxelles, Odorizzi: "Innovazione per il futuro" Giovedì, 13 Novembre 2014

    Per Michele Odorizzi, presidente di Melinda, a Bruxelles con le 6mila mele trentine e altoatesine per il Consiglio dei Ministri Agri, la sfida del futuro è quella dell'innovazione. Sui mercati, ma anche nel prodotto per quel che riguarda le varietà.

  • Bruxelles, Magnani: "Il governo ci supporti" Giovedì, 13 Novembre 2014

    "Un aiuto nell'internazionalizzazione sarebbe stato utile. In ogni caso, dobbiamo salvare Dop e Igp, garanzia di qualità". Ennio Magnani, presidente di Apot e Assomela, a Bruxelles con le 6mila mele trentine e altoatesine per il Consiglio dei Ministri Agri.

  • Bruxelles, Dorfmann: "Salviamo Dop e Igp sul mercato globale" Giovedì, 13 Novembre 2014

    "Difendere Dop e Igp a livello globale è fondamentale" ha detto Herbert Dorfmann, europarlamentare e membro della Commissione per l'Agricoltura e lo Sviluppo Rurale, a Bruxelles con le 6mila mele trentine e altoatesine per il Consiglio dei Ministri Agri.

  • Bruxelles, Koessler: "Le nostre mele sono andate a ruba" Giovedì, 13 Novembre 2014

    "Abbiamo fatto bene...oltre a fare bella figura. Le mele sono andate a ruba ed è stata un'ottima occasione". Lo ha detto Gorg Koessler, presidente di Marlene, a Bruxelles con le 6mila mele trentine e altoatesine per il Consiglio dei Ministri Agri.

  • Bruxelles, Dietl: "Scopriamo nuovi mercati" Giovedì, 13 Novembre 2014

    "Un'ottima occasione per comprendere quali siano i nuovi mercati. Oltre agli Stati Uniti, l'India". Così Karl Dietl di Assomela, a Bruxelles con le 6mila mele trentine e altoatesine per il Consiglio dei Ministri Agri.

  • Bruxelles, le mele e il ministro Martina Mercoledì, 12 Novembre 2014

    Seimila confezioni di mele sui banchi del consiglio europeo agricoltura, durante il vertice dei ministri comunitari che si tiene oggi e domani nella capitale europea. Una iniziativa che mette in mostra l'eccellenza della produzione frutticola regionale e il valore di un territorio e una economia cooperativa. I complimenti del presidente di turno, il ministro italiano Maurizio Martina: “una iniziativa che ha fatto fare bella figura all'Italia”.

  • Agricoltura e frutticoltura tra economia e ambiente Mercoledì, 23 Aprile 2014

    La nuova Pac – Politica Agricola Comunitaria e la sfida della “sostenibilità”. Se ne è parlato a taio, all'incontro tra mercato e ambiente, convegno organizzato da Cocea–Melinda, Apot–Associazione Produttori Ortofrutticoli Trentini, Cassa Rurale d'Anaunia. INTERVISTE A: Ennio Magnani Presidente di Apot...