Accordo Cavit-Cofco per il mercato cinese Mercoledì, 12 Aprile 2017

Una partnership di lungo periodo per portare la cultura del vino italiano di qualità sulle tavole di milioni di famiglie cinesi.

Cavit, azienda trentina tra i principali player del comparto vitivinicolo italiano, e il COFCO W & W International Co. Ltd., importante attore nel mercato asiatico per il settore vino e alcolici e parte del gruppo COFCO (annoverato nel prestigioso “Fortune Global 500”), hanno siglato un accordo per la distribuzione dei vini prodotti da Cavit in Cina.

L’importante partnership è il risultato di intense relazioni tra le due aziende che hanno condotto scrupolose analisi di mercato per delineare le prospettive di una collaborazione strutturata, mirata ad una crescita del business nel tempo.

Enrico Zanoni, Direttore Generale Cavit, dichiara: ”Il nostro approccio strategico al mercato cinese è da sempre improntato ad individuare soluzioni che garantiscano una crescita sostenibile nel lungo periodo. COFCO W&W è un partner di assoluto rilievo che dispone di un’ottima organizzazione commerciale e di una capillare piattaforma distributiva: solide basi sulle quali costruire la nostra presenza nel mercato cinese”.

Aggiunge il Presidente Cavit, Bruno Lutterotti: “L’intesa che abbiamo siglato ci rende particolarmente orgogliosi perché ci consente di portare i prodotti dei nostri associati in un mercato dalle straordinarie dimensioni”.

Con una presenza consolidata su tutti i canali distributivi, sia sul territorio che sui principali marketplace dell’e-commerce cinese, il gruppo COFCO opera ad ampio raggio nel comparto alimentare e vanta un’expertise specifica anche nel settore vino, dove opera in qualità non solo di distributore, ma anche di produttore di una linea di vini locali. Competenze esclusive che fanno di COFCO W&W un operatore di spicco nel settore enologico dell’area asiatica e un interlocutore qualificato per lo sviluppo di un business dalle ampie prospettive, sulla scia del favore che le nuove generazioni cinesi dimostrano di riservare al vino.

Siamo lieti di aver raggiunto questo importante accordo con Cavit, un partner di grande qualità che abbiamo selezionato con cura dopo attente valutazioni”, commenta Castle Li, General Manager di COFCO W & W International Co. Ltd. “L’Italia è un Paese dalla grande tradizione vinicola caratterizzato però da una forte frammentazione. L’incontro con una realtà altamente qualificata ed organizzata come Cavit ci consente finalmente di intraprendere un piano di sviluppo per espandere la presenza dei vini italiani nel nostro grande mercato. Il successo ottenuto negli anni da Cavit negli Stati Uniti è per noi una garanzia della qualità, delle capacità gestionali su larga scala nonché delle competenze nel branding, un aspetto di cruciale importanza per il successo in Cina”.

L’accordo tra Cavit e COFCO W&W è stato finalizzato con l’intervento di Shiyao Investment Ltd in qualità di business advisor di Cavit. 

Rendere il vino di qualità un piacere quotidiano da condividere è da sempre una missione per Cavit, portabandiera di un approccio non élitario che mira ad accrescere il numero degli amanti e appassionati del buon vino. Una filosofia ideale per farsi promotore oggi anche di un processo di diffusione della cultura del vino italiano in uno dei mercati più importanti in assoluto a livello globale, con impareggiabili potenzialità di crescita.

A proposito di Cavit

Nome di punta del comparto vitivinicolo italiano, Cavit è una realtà esemplare di consorzio di secondo grado.

Situata nel cuore del Trentino, a Ravina di Trento, Cavit riunisce dieci cantine sociali, collegate ad oltre 4.500 viticoltori distribuiti su tutto il territorio regionale, dalle quali riceve e seleziona le materie prime prodotte, controllando ogni fase – dalla raccolta, fino alla commercializzazione.

Con una produzione che rappresenta oltre il 60% di tutto il vino realizzato del Trentino, Cavit è un esempio unico in Italia di know-how delle più avanzate tecniche di viticoltura e di ricerca enologica d’avanguardia.

Cavit firma un’ampia gamma di vini e spumanti ai quali assicura uno sviluppo commerciale e promozionale nei canali della grande distribuzione e del settore horeca in tutto il mondo.

Con un fatturato di oltre 177 milioni di euro, Cavit si posiziona tra i principali protagonisti del settore in Italia ed eccelle sui mercati internazionali con una quota export che raggiunge l’80% dell’intera produzione. Negli Stati Uniti, in particolare, Cavit è il marchio di vino italiano più diffuso.

Fonte: Ufficio Stampa Cavit

 

A proposito di COFCO W&W

COFCO W & W International Co. Ltd. - parte di COFCO, importante gruppo cinese annoverato nel prestigioso “Fortune Global 500” - è un operatore specializzato nell’importazione e distribuzione sul mercato asiatico dei più importanti brand di vino ed alcolici a livello internazionale. In linea con le strategie della casa madre, COFCO W & W presidia l’intera filiera, con competenze integrate che vanno dalla produzione di vini locali, alla selezione di prodotti importati, fino alla distribuzione al consumatore finale. COFCO W&W è considerata la piattaforma più autorevole ed affidabile nel settore delle bevande alcoliche d’importazione in Cina.

 

Per maggiori informazioni www.mzhwines.com

Probabilmente troverai di tuo interesse anche

  • Venerdì, 08 Marzo 2013 L’export cooperativo che tira

    Supera i 400 milioni di euro il fatturato delle cooperative trentine derivante dall’export. Vino, mele, olio, fragole, principalmente. Ma anche porfido, software all’avanguardia, legname,...

    export.pdf (5,02 MB)

  • Nasce la Comunità del cibo Garda Dolomiti Giovedì, 10 Novembre 2016

    Sette prodotti che rappresentano altrettante eccellenze della cooperazione agricola trentina di Alto Garda, Giudicarie e Valle dei Laghi. “Punte” di una produzione fortemente radicata sul territorio, di cui esprime le caratteristiche, la forza e l'impegno di tanti produttori associati in cooperativa. Nasce da questi presupposti l'associazione “Comunità del cibo Garda Dolomiti” che si presenterà ufficialmente domani alla cantina di Toblino. I promotori di...

  • Le filiere produttive Venerdì, 07 Ottobre 2016

    Le filiere produttive oggi puntano soprattutto su innovazione e attenzione per l'ambiente, analizzare le sequenze lavorative significa porre attenzione all'origine dei prodotti e alla loro qualità, guardando alla storia dell'azienda, al suo cammino e alle scelte che compie.Intervista ad Andrea Fedrizzi, responsabile marketing e comunicazione Melinda, e Andrea Faustini, responsabile Gruppo viticoltura Cavit.

  • Caffè cooperativo 2014 - Agricoltura tecnologica, la sfida del futuro Martedì, 08 Settembre 2015

    Software, meteo e dati incrociati scendono letteralmente “in campo” per costruire il futuro dell'agricoltura di qualità. Il 90% dei prodotti della campagna trentina viene venduto da cooperative agricole. Impegnati a lavorare la terra sono nella nostra Provincia oltre 7mila frutticoltori e viticoltori. La grande sfida e il grande sogno dell'introduzione delle macchine nell'agricoltura consiste nel sogno di sfamare l'umanità. Quanto è utile la tecnologia nell'agricoltura? Cosa significa...

  • Caffè cooperativo 2014 - Agricoltura tecnologica, la sfida del futuro Martedì, 08 Settembre 2015

    Software, meteo e dati incrociati scendono letteralmente “in campo” per costruire il futuro dell'agricoltura di qualità. Il 90% dei prodotti della campagna trentina viene venduto da cooperative agricole. Impegnati a lavorare la terra sono nella nostra Provincia oltre 7mila frutticoltori e viticoltori. La grande sfida e il grande sogno dell'introduzione delle macchine nell'agricoltura consiste nel sogno di sfamare l'umanità. Quanto è utile la tecnologia nell'agricoltura? Cosa significa...

  • Io vado fuori | Cavit Lunedì, 14 Luglio 2014

    L'esperienza di Cavit raccontata dal direttore marketing Lorenzo Vavassori

  • Mondo cooperativo - puntata 8 Mercoledì, 13 Novembre 2013

    In questa puntata: Lo chef Achille Leonardelli propone la ricetta con i piccoli frutti di S. Orsola

  • TCA | La cooperazione: dalla terra alla tavola - Il vino Lunedì, 18 Febbraio 2013

    Cavit e i vini trentini hanno segnato la tappa conclusiva de “La terra alla tavola”. Il brindisi finale è stato ospitato in due location: la sede del consorzio delle cantine sociali trentine, a Ravina, con le interviste al presidente Adriano Orsi e al direttore Enrico Zanoni e la nuovissima sede della Cantina Mori-Colli Zugna. Una cantina ipogea, realizzata sotto terra e la più grande d'Europa, inaugurata la scorsa estate. A parlare della struttura (ma anche di altri aspetti legati al...