Giovani cooperatori trentini pronti per il futuro Venerdì, 21 Aprile 2017

I Giovani Cooperatori Trentini, riuniti ieri sera in assemblea, hanno confermato il proprio impegno a voler essere stimolo e supporto alla crescita del movimento cooperativo. Confermati i tre consiglieri in scadenza

Si parla di:

Imprese

Persone

Il 2016 è stato un anno caratterizzato da diverse iniziative per l’Associazione Giovani Cooperatori Trentini, riunita ieri sera in assemblea. Iniziative mirate ad accrescere le competenze e la consapevolezza di socie e soci e a sviluppare nuove relazioni con gli altri attori del territorio, con l’obiettivo di porre solide basi su cui far crescere il futuro della cooperazione trentina. “Dopo 48 anni di attività – ha commentato il presidente Alessandro Merlini – la nostra sfida deve essere crescere come persone e come cooperatori per diventare soci attenti e consapevoli, e pronti se necessario a ricoprire ruoli di responsabilità nel sistema cooperativo”.

E la voglia di prepararsi è confermata anche dall’interesse suscitato dal percorso formativo dedicato alla futura governance cooperativa, riproposto dall’associazione in collaborazione con Formazione Lavoro e il sostegno della Provincia autonoma di Trento anche nel 2016, che ha registrato un numero di iscrizioni tale da rendere necessaria l’organizzazione di due edizioni.

L’impegno dei giovani soci e socie si è concretizzato anche nella partecipazione a progetti realizzati in collaborazione con altre realtà giovanili, a livello locale e non, a cominciare dalla Consulta nazionale dei giovani imprenditori cooperativi di Confcooperative, di cui fa parte anche un delegato dei Giovani Cooperatori.

Tra le attività realizzate nel 2016 ha riscosso particolare successo il progetto EticaMente, percorso formativo realizzato in collaborazione con i giovani soci di alcune Casse Rurali sui temi della finanza etica, dell’economia sostenibile e dell’educazione finanziaria, con un’attenzione particolare al contesto trentino e alto atesino. Il progetto ha dato il via a una nuova collaborazione tra l’associazione e il Tavolo Associazioni Universitarie Trentine, che si è concretizzata in un appuntamento su “Università, innovazione e imprenditorialità”, realizzato in collaborazione con il Piano d’ambito economico provinciale, di cui l’associazione è stato ente capofila fino a quest’anno con la presidenza di Paolo Campagnano.

“La Federazione – ha commentato il direttore della Federazione Trentina della Cooperazione Alessandro Ceschi – riconosce il grande impegno dimostrato dall’associazione Giovani Cooperatori, che con la propria attività riesce a coinvolgere le nuove generazioni e a trasmettere loro i valori fondanti la cooperazione trentina”.

“Credo sia fondamentale che ognuno dia il proprio contributo per la crescita del nostro movimento – ha concluso Merlini – proponendo nuove idee e partecipando allo sviluppo di possibili soluzioni. La cooperazione appartiene anche a noi e anche nostra è quindi la responsabilità di pensare al suo futuro”.

L’assemblea è stata infine chiamata ad esprimersi sul rinnovo di un terzo del consiglio direttivo, come previsto dallo statuto. I soci e le socie presenti hanno confermato all’unanimità Maria Rita Ciola, Alessandro Merlini e Andrea Recchia.

Come ormai consuetudine, al termine dei lavori assembleari, i soci hanno avuto la possibilità di approfondire tematiche legate al fare impresa cooperativa. Ospite quest’anno la presidente di Risto 3, Sara Villotti, che ha presentato l’esperienza della propria cooperativa. 

Probabilmente troverai di tuo interesse anche