Banca di solidarietà

La Banca delle ore di solidarietà è un servizio pensato per l’aiuto dei colleghi che devono affrontare gravi, imprevedibili e momentanee urgenze. Per esempio accudire famigliari o conviventi in caso di improvvisi ricoveri o problemi di salute o accompagnarli in occasione di eventi inaspettati. Un modo insomma per tamponare queste occasioni nell’immediato, dando la possibilità alle persone di organizzarsi.

La Banca funziona in modo semplice: chi vuole aderire “versa” un numero libero di ore di residuo ferie. Il fondo di ore creato viene utilizzato a favore di chi ha problemi personali e di famiglia. Attualmente hanno aderito 61 dipendenti della Federazione, per un totale di 260 ore versate.

Chi vuole attingere dalla Banca delle ore di solidarietà deve presentare domanda allo sportello Contaci, che ha autorità di decidere per le situazioni previste dal regolamento e per un massimale di 40 ore a persona. I casi particolari o i bisogni superiori vengono valutati da una commissione composta dal referente per la conciliazione, un rappresentante dei sindacati e uno eletto dai lavoratori. Il tutto con la garanzia della privacy più totale.

La Banca ore di solidarietà è uno dei progetti contenuti nel Piano attuativo del Family Audit per cui la Federazione ha ottenuto dalla Provincia la certificazione secondo lo standard europeo Work & Family Audit. Questo progetto è stato considerato dai valutatori dell’Audit particolarmente innovativo, tanto che è stato presentato nel dettaglio in vari convegni, anche a livello internazionale.